Un Buon Natale a tavola

Festeggiare il Natale a tavola con consapevolezza in 8 semplici mosse

Il Natale è il momento dell’anno più atteso da grandi e piccini, vuoi per l’atmosfera magica che regalano le luci, i regali, a volte la neve, vuoi anche l’occasione per ritrovarsi con la famiglia e con gli amici più cari. Queste rimpatriate sono poi il pretesto per fare dei veri e propri “tour de force” a tavola, dove si mangia di tutto e di più, con annesse lacrime di coccodrillo (di alcuni): “Anche quest’anno a Natale prenderò qualche chilo di troppo!!”.

dolci nataleMettersi a dieta durante le feste è di certo molto dura e richiede una volontà di ferro, visto i numerosi pranzi e cene a cui presenziare, per non parlare di tutti i dolci tipici (panettoni, pandori, torroni, ecc) che regalati o meno abbonderanno nelle case.
Ecco alcuni consigli per godersi le feste, senza troppe rinunce e poter partecipare a tutte le occasioni, gustando più o meno tutte le libagioni che verranno offerte.

1. Tutto ma poco. Quando si è a tavola si vorrebbe assaggiare tutto quanto; possiamo farlo ma semplicemente facciamo attenzione alle quantità: è la dose che fa il veleno.
2. Cotture light. Se siete voi i padroni di casa, quindi i cuochi, studiate un menù che preveda piatti poco elaborati ad esempio a base di verdure, cotti in maniera semplice, magari al forno invece che fritti.
3. Attenti al sale. Anche a Natale il consiglio di limitare il sale nelle pietanze sostituendolo con spezie ed erbe aromatiche è sempre valido. È inoltre molto importante limitarsi nel consumare salumi, insaccati e formaggi, che oltre ad essere molto ricchi di sale forniscono un tenore di grassi molto elevato.
4. Limitare le 2P: pasta e pane. Sia durante gli antipasti che durante le portate principali facciamo attenzione a quanto pane e pasta mangiamo; purtroppo si dovrà rinunciare alla scarpetta col pane, ma se pensiamo al resto delle pietanze che potremo assaggiare ce ne faremo presto una ragione.
5. Acqua si, vino ni. A tavola, non solo durante le feste, fate dell’acqua la vostra bevanda preferita. Limitate le bevande zuccherate, anzi se avete dei bimbi fate finta di esservi dimenticati di comprarle; non sarà una gran perdita, anzi saranno calorie inutili risparmiate. Per quanto riguarda il vino il consiglio è sempre di limitarsi a non più di un bicchiere a pasto, non dimentichiamo che l’alcol apporta molte calorie.
6. I dolci. Croce e delizia delle nostre feste, di certo non assaggiarli per niente è quasi impossibile, ma magari si potrebbero scegliere dessert alternativi. Ad esempio, invece del classico panettone e pandoro, simboli del Natale, optare per un dolce fatto in casa a base di frutta fresca o secca; eviteremo sicuramente molti conservanti e zuccheri, e faremo comunque un figurone.
7. Gli spuntini. Prima di un pranzo o cena fate un piccolo spuntino con un frutto, ci permetterà di non arrivare affamati a tavola evitando di abbuffarci già agli antipasti.
8. Il richiamo del divano. Cercate di non cedere al richiamo del divano davanti al caminetto subito dopo l’abbuffata. Ricordate che mezz’ora di camminata al giorno non guasta mai.

sorridiIn conclusione ricordatevi che non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno a Natale.

Buone Feste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *