Pasquetta: ad ognuno il suo picnic

La Pasquetta è per tradizione una splendida occasione per stare insieme all’aria aperta, per organizzare scampagnate e gite fuori porta; la primavera tra l’altro è una stagione che mette buon umore ed invoglia a gustosi pic-nic.
Riempire i cestini è semplice e si può fare in modo consapevole; si ha solo l’imbarazzo della scelta ma bisogna avere chiare le priorità di ognuno.

  • Se si predilige il camminare e la scampagnata si trasforma in escursione, si ha meno tempo per mangiare: in questo caso optiamo per piatti unici, veloci ed energetici ma allo stesso tempo leggeri. Spazio allora ad insalate di riso o farro, senza dimenticarci della frutta.
  • Se invece si punta alla convivialità, le parole d’ordine in cucina sono creatività e fantasia. Il consiglio è quello di non esagerare col pranzo di Pasqua per non arrivare pesanti all’appuntamento. Si può scegliere di mangiare gli “avanzi” del giorno prima, da condividere con familiari ed amici oppure puntare su ricette veloci. Si può riscoprire il gusto della tradizione con piatti che appartengono al nostro grande patrimonio enogastronomico oppure crearne di nuovi.

E’ il giorno ideale per grigliate, uova, formaggi, salumi (una volta ogni tanto si può fare uno strappo alla regola), torte rustiche, nella versione classica o vegetariana /vegana. Non dimentichiamoci infatti che Aprile è un mese particolarmente generoso per quanto riguarda i frutti della terra: è il mese degli asparagi, delle fave, ma anche dei carciofi e dei ravanelli che possono rappresentare degli ottimi ingredienti per gustose ricette.

Un manicaretto da provare è il tortino di miglio, uno sfornatino molto sfizioso che permette di apprezzare questo cereale poco conosciuto ai tanti. Semplice e veloce può rappresentare un antipasto originale. Gli ingredienti: miglio, olio EVO, verdure bollite a piacimento e pangrattato. Da cuocere poi in forno a 180° per circa 20 minuti.
Se poi si preferiscono pietanze più veloci e facili da trasportare, escludendo l’uso delle posate, si può optare per crostini, bruschette con l’olio, tramezzini: ideali da preparare in anticipo, senza che la Pasquetta si trasformi in un incubo.
La colomba: perchè non sostituirla con colorati spiedini alla frutta?
Buon appetito!

Dott.Paride Travaglini
biologo nutrizionista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *