La pasta: come cucinarla a regola d’arte!

La pasta è uno dei piatti più rappresentativi della tradizione mediterranea, è stata riconosciuta come patrimonio dell’UNESCO. Pasta e i cereali sono alla base della piramide alimentare.

Ma come si cucina un piatto di pasta a regola d’arte?

IL SEGRETO È NELLA COTTURA!

Il segreto per ottenere una buona pasta non sta soltanto nelle materie prime, nell’impasto e nella tecnologia, ma anche nel rispetto di alcune semplici regole di cottura.

▶️ Utilizzare almeno 1 l d’acqua ogni 100 g di pasta. Scegliere sempre una pentola grande e alta; la temperatura dell’acqua si manterrà costante e si eviterà la formazione di colla.

▶️ Salate l’acqua al raggiungimento del pieno bollore, mai prima e lasciate sciogliere il sale.

▶️ Quando l’acqua ha ripreso a bollire gettate la pasta. La pasta provoca un abbassamento della temperatura dell’acqua, perciò si consiglia di alzare la fiamma per mantenere i bollore. La pasta lunga non va mai spezzata ma allargata a ventaglio, la pasta a matassine, va messa in acqua e subito dipanata con un cucchiaio in legno. Mescolare delicatamente la pasta, di frequente nei primi minuti, di tanto in tanto durante il resto della cottura.

▶️ Il tempo di cottura della pasta può essere abbreviato facendola lessare per 5 minuti e trasferendola poi, per terminare la cottura, nella padella con il sugo preparato, allungato con poco brodo p acqua bollente.

▶️ Scolate la pasta al dente, risulterà più buona e più facile da digerire. Ogni formato di pasta ha i suoi tempi di cottura, ma il metodo più sicuro per capire se è pronta resta l’assaggio. Un’altra tecnica consiste nello spezzare la pasta; se al centro risulta ancora bianca, occorre circa 1 minuto per completare la cottura. Conservate sempre un po’ d’acqua di cottura una volta scolata la pasta, da aggiungere nel caso in cui quest’ultima risulti troppo asciutta.

▶️ Versate la pasta nella padella del condimento, meglio se riscaldata, e mescolare per bene per farlo assorbire in modo uniforme. Se la ricetta prevede che la pasta sia fatta saltare in padella, scolatela con 1 minuto di anticipo e terminate la cottura con il sugo a fuoco vivo.

▶️ Non passare la pasta sotto l’acqua fredda poiché perderebbe lo strato di amido necessario per legare il sugo. Le uniche eccezioni riguardano la pasta fredda e alcuni condimenti a base di burro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *